La delusione un poco tra i segni della fronte, l’altro poco nelle labbra strette fortissimo. serrate. Il dolore o urla o tace. Si apparecchia sempre per sparecchiare e questo si sa…. poi ci sono i modi…e non sono la prima e non sarò l’ultima a darmela a gambe levate. Che non si possono condividere certi percorsi con tutti. E non ho voglia di ripetere quella frase lì, sulle idee e la morte e….che tanto la sapete tutti. Però davvero io comincio a credere che tutte le anime buone prima o poi decidano di lasciarlo il corpo, e mi sento circondata solo da robe che strisciano. Ed è pena e tormento. Forse dovrei ordinare mezzo plasil per la nausea, ma credo non basterebbe. Ci sono persone che credono che per liberare uno spazio occorre invaderlo di altre catene, vincoli, competizioni. Questo si chiama occupare. Ed è cosa differente.

Advertisements