tutto è tanto, tutto è tanto fondo, tutto è tanto freddo. passo tempi, passo silenzi. non vedo, non penso. ma a cosa stavo pensando prima di perdermi a guardare? non lo so.

così porto a spasso la mia vita che procede sola, perchè io non procedo, e il mio tempo che scorre senza che io scorra. ma questo orrore che oggi mi immobilizza è… volontà di non voler pensare, desiderio di non essere mai stata niente, disperazione cosciente… è un sentimento improvviso di sentirsi rinchiuso in una cella infinita. dove pensare di fuggire se la cella è tutto?

Advertisements